Lo scoutismo è un movimento educativo per giovani con valori e obiettivi molto alti: vogliamo educare i ragazzi a essere buoni cittadini e a lasciare il mondo migliore di come lo hanno  trovato.

Un bravo scout sarà un cittadino responsabile, indipendente e consapevole nella vita di tutti i giorni e affronterà le sfide che gli si porranno davanti con serenità e buona volontà.

Durante la vita scout i ragazzi imparano a rispettare i doveri verso sé stessi e verso gli altri e a vivere lealmente e costruttivamente in un gruppo sociale in cui vige il rispetto di tutte le diversità.

Un ruolo fondamentale per la crescita dei ragazzi è ricoperto dalla ricerca di una dimensione spirituale, non necessariamente legata ad una religione o ad un orientamento politico: il CNGEI è una associazione laica e apartitica.

 

Cosa facciamo
I ragazzi svolgono attività divisi in tre branche:

  • Branco: i bambini da 8 a 11 anni imparano i fondamenti dello scoutismo giocando in un’ambientazione del libro della Giungla (per questo si chiamano Lupetti!
  • Reparto: i ragazzi da 12 a 15 anni cominciano a sperimentare l’avventura, con le prime uscite in tenda e i bivacchi intorno al fuoco
  • Compagnia: i ragazzi da 16 a 19 anni vivono esperienze di cittadinanza attiva tramite il servizio, svolgendo  attività di volontariato

Siamo un associazione molto attiva nel territorio: oltre a organizzare uscite in montagna di uno o più giorni, viviamo quotidianamente il contatto con le attività dei rispettivi quartieri cui apparteniamo e collaboriamo con tante associazioni attive in città.

Siamo un’associazione impegnata nella vita politica per promuovere solidarietà, pace e uguaglianza, ma non siamo legati ad alcun partito o credo religioso.

 

Siamo solo in Italia?

Lo scoutismo è ampiamente diffuso in tutto il mondo: il movimento conta più di 30 milioni di partecipanti. Spesso vengono organizzati eventi internazionali a livello europeo o mondiale, come il raduno Jamboree, cui partecipano migliaia di ragazzi da ogni paese del mondo.

WOSM
WAGGGS

In Italia sono attive altre associazioni scout come Agesci, con la quale siamo federati nella FIS

 

I capi educatori

Una volta terminato il percorso educativo, i ragazzi possono scegliere di diventare educatori scout: questa attività è svolta su base volontaria e chi ha un contatto diretto con i ragazzi ha solitamente un’età tra i 19 e i 30 anni.

Non sono educatori professionisti, ma si formano attraverso un percorso interno all'associazione, riconosciuto a livello mondiale, anche da altri enti (università, enti pubblici...). Molto spesso essere Scout viene visto con grande favore in ambito lavorativo, perché denota senso di responsabilità, capacità di leadership e di lavoro in gruppo.

 

Gli adulti

Gli adulti nel CNGEI non sono solo educatori diretti, ci sono tanti modi di dare il proprio contributo: proprio per questo è attivo a Milano il Clan, un gruppo di soci che ha scelto di aiutare l’associazione supportando sia le gestione quotidiana che l’organizzazione di eventi (logistica e personale) e dando una mano ai vari gruppi in caso di necessità.

 

Partecipa!