Ecco le risposte alle domande più frequenti:

  • Come ci si iscrive?

    Per inserire i propri figli in lista d’attesa basta compilare il modulo presente sul sito http://milano.cngei.it/.
    L’inserimento in lista d’attesa può essere fatto in qualsiasi momento dell’anno, ed è aperto a tutte le fasce d’età (per i più piccoli solo a partire dai 7 anni, per l’anno successivo).
    Poiché la richiesta è solitamente maggiore dei posti disponibili, durante il mese di settembre, ogni anno, per garantire ad ogni gruppo omogeneità per età e sesso, siamo costretti a fare una selezione dalle liste d’attesa e purtroppo alcuni vengono esclusi (a prescindere dalla data di inserimento).
    Tra la seconda metà di settembre e la fine di ottobre i nomi selezionati saranno contattati telefonicamente o via e-mail in merito alla possibilità di completare l’iscrizione.
    Entro fine dicembre, le famiglie che non sono state selezionate riceveranno una e-mail in cui vengono informate che non è stato possibile inserirli nel percorso educativo scout e che rimarranno comunque in lista d’attesa per l’anno successivo.
    A volte, purtroppo, la e-mail inviata finisce nello spam, e ciò è fuori dal nostro controllo.
    Per iscriversi come soci volontari adulti, si può inviare una mail ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

  • Come funzionano le liste d’attesa?

    Moltissimi bambini, un migliaio circa, sono ogni anno in lista d’attesa, a fronte di un centinaio di posti a disposizione per ogni anno.
    Il sistema, sulla base delle esigenze di ogni gruppo (in termini di età e sesso), “pesca” i nominativi da proporre ad ogni gruppo sulla base di alcuni criteri, tra i quali: zona di residenza, anno di inserimento in lista d’attesa, presenza di fratelli nel gruppo e, naturalmente, sesso ed età.
    Ad ogni gruppo vengono proposti dei nominativi presentati dal sistema in modo randomico ma all’interno di questi requisiti.
    Se una famiglia non è più interessata il nominativo viene eliminato. Se invece, ad esempio, la famiglia non risponde al telefono o per qualsivoglia motivo il Capo Unità non vuole un nominativo proposto ma ne chiede un altro, il nominativo rifiutato viene rimesso nel sistema e proposto a gruppi limitrofi.
    Insomma, il sistema è complesso e viene rimescolato in continuazione, per cui non è mai possibile sapere a che punto si è nella lista d’attesa.

  • Come si svolge l’anno scout?

    L’anno scout segue orientativamente il calendario scolastico.
    Da ottobre a giugno, più le attività estive, fra fine luglio e inizio agosto (Vacanze di Branco, Campi Estivi, Estati Rover).

  • Com’è suddiviso il calendario?

    Ogni tre mesi i genitori ricevono un prospetto trimestrale con l’indicazione degli impegni di tutti i weekend. Indicativamente, in un mese, un fine settimana è libero, uno prevede un incontro per un sabato pomeriggio e in uno vi è tutta la domenica impegnata. Ogni mese e mezzo circa si fa un’uscita di due giorni con pernottamento in casa o in tenda (a seconda della fascia di età e del periodo dell’anno).

  • Quali sono le zone di Milano dove si svolgono le attività?

    A Milano vi sono 9 gruppi (ognuno con un branco, un reparto e una compagnia) che coprono il territorio cittadino e la cui dislocazione si può trovare qui: https://milano.cngei.it/dove-siamo/gruppi
    Alcuni gruppi hanno una sede di riferimento, ovvero un luogo dove si svolgono in genere le attività del sabato pomeriggio o le riunioni con i genitori.
    Altri gruppi non hanno una sede di riferimento e svolgono le attività in luoghi diversi, talvolta nei quartieri di zona, talvolta anche al di fuori.
    Quando le unità svolgono attività fuori Milano (in genere per le uscite domenicali o di più giorni) i ragazzi si ritrovano nelle principali stazioni dei treni.
    Per chi non vive a Milano, vi è la possibilità di iscriversi presso altri Comuni, basta cercare qui: https://cngei.it/dove-trovarci/

  • Quanto costa?

    L’iscrizione costa 85 o 100 euro l’anno a seconda che si tratti di un rinnovo o di una nuova iscrizione ed è comprensiva di assicurazione oltre alle spese di gestione della sezione di Milano.
    A questo costo deve aggiungersi quello delle singole uscite che varia da qualche euro fino a circa 25 euro per un’uscita di due giorni.
    Per i campi più lunghi (fino a un massimo 10 giorni) la quota di partecipazione è di circa 20 euro al giorno e copre tutte le spese, come l’affitto dell’eventuale casa scout e/o del terreno, il cibo, i materiali per le attività e le spese di viaggio.
    Per partecipare alle attività occorre poi acquistare l’uniforme scout (pantaloni, felpa e polo per i lupetti, camicia per esploratori e rover, con una spesa totale al di sotto dei 100 euro). In genere si chiede di acquistarla durante il primo anno di attività e i Capi educatori indicano come e dove acquistarla. Il foulard non si acquista, ma lo si riceve nel momento in cui i ragazzi prestano la loro promessa scout.
    Per quanto riguarda l’equipaggiamento necessario, ovvero zaino, sacco a pelo termico, materassino, scarponcini, gavetta e posate, la spesa totale sarà circa di 150 euro, ovviamente dipende dai materiali che si sceglieranno, e ciò avviene in completa autonomia da parte delle famiglie.
    Lo scautismo è per tutti: i Capi educatori, per esigenze particolari delle famiglie, possono recuperare materiali usati o in prestito o pagare l’iscrizione in caso di difficoltà economiche, garantendo la massima riservatezza.

  • Qual è l’impegno richiesto ai genitori?

    Nel corso dell’anno si svolgono 2-3 riunioni con i genitori, oltre alla festa di Natale e alla festa di saluto prima delle attività estive.
    Eventuali esigenze particolari dei ragazzi possono naturalmente essere esaminate in via riservata con i Capi.

  • Si può sostenere lo scautismo?

    Certamente!
    È possibile sostenere il CNGEI di Milano donando il 5x1000 con il Codice Fiscale 97222740157.
    In tal modo si supportano le attività tradizionali andando ad incrementare le voci riguardanti il fondo di solidarietà destinato ai soci con disagio economico, la formazione per i capi educatori (che si ricorda essere tutti volontari) e le spese per le sedi.
    Oltre a ciò, si può anche fare una donazione effettuando un bonifico a favore di:

    Beneficiario: Sezione scout di Milano Helene Spycher del CNGEI
    IntesaSanpaolo S.p.A.
    Filiale: Largo Belotti, Milano
    IBAN: IT 92 X 03069 09606 100000151758

    Causale: “erogazione liberale di €……”
    A bonifico realizzato inviare e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con la distinta del bonifico e nome, cognome: verrà rilasciata una ricevuta con cui si potrà avere nella dichiarazione dei redditi la detrazione dall'imposta prevista dalla legge.

  • Si può entrare negli scout anche da adulti?

    Certamente.
    Tutti i soci maggiorenni seguono un percorso di formazione, al termine del quale possono scegliere se diventare educatori diretti o indiretti.
    Gli educatori diretti seguiranno successivamente un ulteriore percorso di formazione che li farà diventare “Capi” e avranno un rapporto diretto e continuativo con i giovani.
    Gli educatori indiretti sono invece Senior riuniti in Clan a servizio della Sezione o delle singole Unità o dirigenti a vari livelli.
    Tutti gli adulti prestano la loro attività in maniera volontaria e gratuita.
    Per manifestare l'interesse ad iscriversi come soci volontari adulti, basta inviare una mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..